Apostolo di Maria

Montfort, come sale della terra

di Padre Battista Cortinovis

Celebrare i 350 anni dalla nascita di san Luigi Maria di Montfort è come accettare una provocazione inquietante. Ci sarà chi nulla conosce di questo personaggio e si crede perciò immune da rischi. Ma il campo minato è vasto e riguarda tutti coloro che hanno inteso orientare la propria vita su Gesù Cristo e il suo Vangelo. Montfort attacca sulla Chiesa. Dice che va “riformata”. Parola sospetta, dopo l’uso che ne fece Martin Lutero. E la condizione posta è esigente: fedeltà alle promesse fatte a Dio nel battesimo, come dire: onestà con Dio e serietà col mondo. Una Chiesa “popolo di Dio”, modello di sapienza vera, quella di Gesù e non quella falsa del mondo. Montfort chiede di mirare al centro dei valori del Vangelo: amore, carità e servizio, perdono e misericordia, scartando le mode del mondo, fatte di astuzia e corruzione, in vista di bassi interessi. Montfort accende un fuoco. Di questi “ultimi tempi”, vuole uomini e donne “tutto fuoco”, per dilagare un “diluvio di fuoco”, il regno dello Spirito Santo, a compimento del regno di Cristo. Montfort rivela “un segreto”: Maria, la Santa Vergine, scelta da Dio per dare inizio alla salvezza in Cristo e voluta ancora oggi da Dio per dare compimento al suo progetto sul mondo. Montfort, missionario del popolo e fiero soldato di Cristo, chiama a raccolta, per un’armata invincibile contro i nemici di Dio. Una sfida lanciata per il regno di Cristo e della sua santa madre Maria. Montfort, gigante profetico, vive in povertà, accoglie i poveri e confida nella Provvidenza; “prete di strada”, fedele ai valori di sempre, ma innovatore nello stile di comunicare la dolcezza di Gesù. Montfort, poco conosciuto nella persona, ma ben vivo nella Chiesa di oggi per la sua dottrina spirituale. Suo è il Totus Tuus!, adottato come regola di vita dal papa san Giovanni Paolo II; sua è la proposta della Totale consacrazione di se stessi a Gesù Cristo per le mani di Maria, pronunciata e vissuta da migliaia di cristiani nel mondo; suo è l’appello agli Apostoli degli ultimi tempi, coraggiosi e grandi Santi di oggi e di domani. La sua voce ancora risuona e provoca, come sale della terra e luce del mondo.